“ Das  ist   ein Unicum!! ”

La storia dell'Unicum inizia nel 1790 grazie al dottor Jòzsef Zwack, medico di corte dell'Imperatore d'Asburgo e Re d'Ungheria Giuseppe II. Egli mise a punto la formula di questo amaro composto da erbe e spezie. Si narra che quando il sovrano lo assaggiò per la prima volta esclamò “ Das ist ein Unicum!! ” “ E' unico ” battezzandolo cosi con il nome che ancora tutti noi conosciamo.

La ricetta ovviamente rimane segreta e tramandata ai soli membri della famiglia Zwack. Questo eccezionale prodotto nell'arco degli anni ha avuto molte traversie storiche. Nel 1948 in seguito ai bombardamenti e la distruzione della fabbrica la famiglia Zwack fuggi negli Stati Uniti portando con sé la ricetta per proteggerla. Tenuta al sicuro fino al 1972 quando venne portata in Italia, in Toscana, dove riprese la produzione fino al 1989 quando ritornò nella sua patria di origine l'Ungheria riconfermandosi uno tra gli amari più apprezzati e longevi del mondo.

la siluette del Ballantine's davano un immediata familiarità al cliente che quasi inconsapevole della provenienza di questo o quell'altro prodotto richiedeva istintivamente il distillato a lui favorito e spesso acquistato dal barista di fiducia per rendere contento il suo cliente. Una tra tutte però spiccava dietro le spalle del barista di turno! Inconfondibile forma a palloncino con una croce al centro e da molti reputato l'Amaro con la A maiuscola l'Unico vero amaro...l'Unicum.

Distribuito in oltre 30 paesi nel mondo e con oltre 3 milioni di litri prodotti nel solo mercato ungherese. Oltre 40 sono gli ingredienti naturali tra erbe, radici e spezie provenienti da tutto il mondo delle quali neanche gli addetti alla produzione conoscono l'identità e che riconoscono solo tramite codici e percentuali di miscelazione. La maggioranza dei componenti è estratta per distillazione, direttamente dalle erbe naturali in grandi alambicchi, ed è miscelata con le essenze ottenute dalla macerazione in alcol per 30 giorni. Infine conservato in botti di rovere per oltre 30 mesi.

Unicum però forte del suo passato oggi lancia un nuovo prodotto sul mercato riscontrando un grande successo. Unicum Prugna!

Nato dall'idea di Sandor Zwack, sesta generazione, questo prodotto appaga un ampio pubblico grazie al suo gusto leggermente più gentile e con un sentore piacevole di prugna. Il prodotto nasce semplicemente lasciando adagiare il già popolare Unicum su un letto di prugne essicate. Esce in mercato a 35% rispetto ai 40% dell'unicum originale e si presta particolarmente per la miscelazione!

Un ultima nota... la forma del nuovo Unicum Prugna è quasi simile all'originale fratello maggiore Unicum fatta eccezione per un leggero rialzo della parte centrale del logo. Questo dettaglio permette nella miscelazione un vantaggio nella torsione della mano nel dosare con un classico metal pour poiché agevola la presa e abbassa il baricentro della bottiglia dando meno tensione al braccio durante il lavoro.....
Diego Ferrari.